08.08.2019

I giovani chiedono fatti, non parole: Vivere 3/2019

Per anni ci siamo lamentati dei giovani perché apparivano poco interessati alla politica e troppo concentrati sulla loro autorealizzazione. Fino a quando una quindicenne svedese ha intrapreso lo sciopero per il clima, dando il via a un movimento giovanile tanto inatteso quanto rumoroso. Sulle tracce di Greta Thunberg e degli svizzeri che lottano per proteggere le nostre condizioni di vita.

Il movimento globale per il clima è guidato da giovani studenti che declamano fatti scientifici e si sono mobilitati scavalcando gli schieramenti politici. Tra questi giovani ci sono Pauline e Julian, totalmente dedicati alla lotta contro la catastrofe climatica che minaccia anche la nostra salute.

Per saperne di più su Vivere 3/2019!