JavaScript ist in Ihrem Browser deaktiviert. Ohne JavaScript funktioniert die Website nicht korrekt.

Tessera d’assicurato della EGK

La tessera svizzera d’assicurazione malattie serve a comprovare la copertura LAMal ai fornitori di prestazioni (per es.: farmacie, ospedali, medici, ecc.) e vi autorizza, in caso di urgenza, a ricevere prestazioni mediche nello spazio europeo. E’ così garantito che, in caso di malattia o infortunio all’estero, sarete curati secondo le disposizioni e le tariffe dell’assicurazione sociale del Paese in cui soggiornate.

Il centro Teda degli assicuratori malattia svizzeri ha una hotline per la tessera d'assicurato: +41 32 625 42 29.

Chiave di accesso elettronica per i medici, i farmacisti e gli ospedali

La tessera d'assicurato si basa sull'art. 42a LAMal (Legge sull’assicurazione malattie) e sull'Ordinanza sulla tessera d'assicurato (OTeA). Essa facilita il conteggio tra l'assicuratore malattia e il fornitore di prestazioni mediche.

La persona assicurata è tenuta a esibirla al momento della fruizione della prestazione. La tessera d'assicurato è emessa a suo nome e dunque può essere utilizzata solo da lui personalmente. Il fornitore di prestazioni ha il diritto di richiedere anche un documento personale.

La persona assicurata dovrebbe portare sempre con sé la tessera d'assicurato. In caso di smarrimento della tessera, l'assicurato deve contattare immediatamente il suo assicuratore, onde impedirne un uso indebito.

La tessera d'assicurato funge da chiave elettronica per accedere alle informazioni attuali sull'assicurato e sulla copertura assicurativa presso il fornitore di prestazioni mediche, dunque è uno strumento per il conteggio elettronico tra fornitori di prestazioni e assicuratori malattia. Con la consegna della tessera d'assicurato al fornitore di prestazioni mediche la persona assicurata acconsente alla richiesta di dati online presso l'assicuratore.

Al termine del rapporto di assicurazione la persona assicurata deve immediatamente distruggere la tessera. Questo anche in caso di raggiungimento della precisa data di scadenza della tessera, visibile in basso a destra sul fronte e sul retro della stessa.

Informazioni riportate sulla tessera

La parte anteriore a norma di legge, contiene informazioni amministrative come: cognome, nome, sesso e data di nascita della persona assicurata, oltre al nome e al numero UFSP dell'assicuratore malattia. Essa riporta inoltre un numero di tessera d'assicurato a 20 cifre (n. Teda conformemente alla norma UE), oltre al numero AVS di 13 cifre. Sul fronte della tessera sono indicati i dati di contatto dell'assicuratore e il numero di telefono di emergenza dell'assicuratore malattia per la Svizzera e per l'estero.

Sul retro c'è la tessera europea di assicurazione malattia utilizzabile nei paesi europei (in blu) per l'assicurazione malattia obbligatoria.

Queste informazioni sono memorizzate anche sul microprocessore e possono essere rilevate con un lettore per schede chip.

Dati che salvano la vita in caso di emergenza

Oltre ai dati amministrativi è possibile salvare volontariamente dati per le emergenze mediche. I dati per le emergenze riguardano malattie e conseguenze di incidenti, dati sui trapianti, allergie, reazioni, medicinali, vaccinazioni, gruppo sanguigno, trasfusioni, informazioni sulla disposizione del paziente, la tessera di donatore di organi e indicazioni sulle persone di contatto in ambito medico e privato.

I dati medici per le emergenze possono essere letti e scritti solo dai fornitori di prestazioni autorizzati e solo su incarico dell'assicurato. La lista dei fornitori di prestazioni autorizzati è riportata sul sito web del centro Teda: http://www.secmed.ch/elena-liste/

L'assicurato dovrebbe richiedere al fornitore di prestazioni una stampa cartacea dei dati memorizzati, per salvare i dati per le emergenze anche in caso di smarrimento della tessera e renderli accessibili qualora il fornitore di prestazioni mediche non disponesse del rispettivo equipaggiamento elettronico.

Il codice PIN opzionale protegge questi dati, ma non è utile in caso di emergenza. Il codice PUK è necessario solo se è stato immesso per cinque volte un codice PIN errato. L'assicuratore malattia non conosce il codice PIN/PUK. Gli assicuratori malattia non possono neanche accedere ai dati per le emergenze mediche.